La connessione della tua rete Wi-Fi domestica cade regolarmente? La velocità di rete è talmente bassa che occorrono secoli per copiare nel PC un'immagine o un file audio, per non parlare dei video in streaming? Ecco i suggerimenti fondamentali per potenziare la velocità effettiva della connessione wireless (WLAN) sulla tua rete domestica.

In questo video vengono analizzate le nozioni di base e successivamente vengono forniti suggerimenti più avanzati. Partiamo.

 

Individua la posizione migliore per il router

Ti sei mai domandato perché il segnale wireless sia più forte in certe stanze e più debole in altre? Non è solo questione di distanza tra il router wireless e il PC o laptop, ma anche di quali oggetti (pareti, porte, mobili, prese o apparecchi elettrici) interferiscono con un buon segnale.

In molti casi è possibile potenziare in modo significativo il segnale Wi-Fi semplicemente spostando il router o i PC connessi. Naturalmente, questo metodo per tentativi ed errori può richiedere tempo. Per trovare la posizione migliore, l'approccio più efficace consiste nel creare una mappa della copertura della tua rete domestica. Heatmapper, software gratuito per Windows, fa esattamente questo.

Heatmapper analizza gli hotspot Wi-Fi
Fai clic qui
per scaricare Heatmapper (il programma è gratuito, ma è richiesta la registrazione).

Una volta installato, il programma richiede una piantina dell'abitazione. Niente paura, se non ne hai una, puoi crearla con Heatmapper. È sufficiente che cammini per l'appartamento o per la casa tenendo in mano un laptop su cui è in esecuzione Heatmapper e mentre ti sposti (lentamente, mi raccomando) attraverso tutte le stanze di casa fai clic ripetutamente con il pulsante sinistro del mouse.

Al termine, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'applicazione ed ecco creata la mappa del segnale Wi-Fi di casa tua. In generale, i router funzionano meglio quando hanno attorno uno spazio sufficiente, pertanto non posizionarlo direttamente sul pavimento o vicino a pareti molto spesse. La posizione migliore è al centro dell'appartamento, probabilmente nel corridoio, senza oggetti intorno che possano bloccare il segnale.

Utilizza la versione più aggiornata di driver e firmware

È raro trovare firmware del router o driver delle schede di rete che funzionino subito perfettamente appena installati. Quasi sempre la prima versione dei driver e del firmware per le apparecchiature di rete che ho utilizzato si è rivelata un disastro, con problemi di ogni tipo, come connessioni lente, interruzioni, funzionalità mancanti e altre stranezze. Quindi la prima cosa che faccio sempre quando installo un nuovo dispositivo di rete è andare a cercare gli aggiornamenti dei driver. Quando hai necessità di sapere qual è la tua scheda Wi-Fi, dai una rapida occhiata alla scheda tecnica del PC (se ce l'hai ancora) oppure apri Gestione dispositivi di Windows.

 Gestione dispositivi

Ad esempio, la scheda wireless dei PC che uso per giocare è una scheda Intel Dual Band Wireless-AC 7260. Una rapida ricerca online rivela che Intel ha aggiornato i driver poche settimane fa e con gli aggiornamenti sono stati corretti molti problemi:

Aggiornamento driver Wi-Fi

Successivamente è necessario eseguire l'upgrade del firmware dei router: Fortunatamente l'upgrade del firmware è diventato più semplice negli ultimi anni. È sufficiente aprire nel browser la pagina di configurazione del firmware (vedi di seguito) e cercare la pagina "Firmware Upgrade".

Aggiornamento del firmware del router

Naturalmente potresti avere comunque bisogno dei driver. Ecco i collegamenti che consentono di scaricare i driver dei principali produttori di router:

Il modo più semplice per assicurarti che i driver siano in ottima forma è utilizzare un programma automatico. AVG Driver Updater esegue regolarmente la scansione del computer alla ricerca di eventuali problemi relativi ai driver, quindi trova e installa automaticamente i driver appropriati per risolverli.


AVG Driver Updater - Scansione gratuita

 

Aggiorna l'hardware Wi-Fi

Se utilizzi lo standard wireless 802.11g (oppure b/a), le attività che richiedono un maggior utilizzo della larghezza di banda, come lo streaming video, l'avvio di applicazioni in remoto oppure la copia di file, risulteranno terribilmente lente. Tutti e tre gli standard di rete forniscono una larghezza di banda massima relativamente ridotta:

Velocità teoriche

802.11 (1997) 2 Mbps
802.11a (1999) 54 Mbps (breve portata, costo elevato, principalmente per utilizzo aziendale)
802.11b (1999) 11 Mbps (più lento, ma distanza superiore rispetto alla modalità a)
802.11.g (2002) 54 Mbps (portata del segnale lunga)
802.11n (2006) 300 Mbps (su più canali e frequenze)
802.11ac (2012) 1 Gbps (su più canali e frequenze)
802.11ax 11 Gbps (ancora in fase di sviluppo)


Come puoi vedere, lo standard 802.11ac è quello attualmente più efficace, in attesa dell'imminente introduzione dello standard 802.11ax e dei primi dispositivi disponibili nel 2019. Per ottenere il massimo delle prestazioni devi assicurarti che tutti i dispositivi utilizzino almeno lo standard 802.11n o, meglio ancora, lo standard ac. 

In generale, l'802.11ac è almeno due volte più veloce rispetto al suo predecessore "n", promettendo velocità teoriche fino a 1000 Mbp/s. Se hai problemi di larghezza di banda ridotta, scegli un router e una scheda Wi-Fi che supportino almeno la specifica 802.11n. Se hai acquistato un PC o un laptop negli ultimi due anni, molto probabilmente sarà dotato di una scheda wireless 802.11ac. Per verificare, avvia Gestione dispositivi

Sezione Schede di rete con evidenziata la scheda Broadcom 802.11n

… oppure controlla la scheda tecnica dell'hardware, ad esempio:

Scheda tecnica dell'hardware. Sezione Wireless LAN
Se la tua scheda non supporta lo standard 802.11n oppure ac, mentre il router sì, è ovvio che utilizza le modalità N, G, B oppure A più lente. Accertati pertanto che tutti i componenti della catena wireless siano compatibili con la modalità "n".

A cosa prestare attenzione quando acquisti un router che supporta lo standard 802.11ac

Quando devi acquistare una nuova scheda di rete o un nuovo router che supporti lo standard 802.11ac, tieni presenti i seguenti suggerimenti:

1. Scegli una scheda USB dedicata

Anche se il tuo laptop o desktop dispone di una scheda integrata 802.11ac connessa a un router 802.11n, potresti valutare di acquistare una scheda wireless USB (esterna) dedicata. Lo so che suona ridicolo, ma secondo la mia esperienza, molte schede Wi-Fi esterne offrono prestazioni decisamente superiori rispetto ai dispositivi integrati.

Ad esempio, quando ho acquistato il mio router Linksys WRT610N, ottenevo risultati mediocri con una media di soli 100-170 Mbps, mentre il limite teorico di questo router si aggira intorno ai 300 Mbps. E così ho ordinato la scheda che, secondo il produttore del router Linksys, funzionava meglio con il mio router, cioè la scheda wireless USB WUSB600N. La differenza è stata subito evidente. L'intensità del segnale non è cambiata, ma la velocità è aumentata drasticamente. Ecco una schermata del mio laptop che utilizza sia il chip Wi-Fi integrato che la scheda USB esterna per connettersi al router:

Schermata che mostra entrambe le schede Wi-Fi, quella integrata e quella USB dedicata esterna


La velocità massima è passata da 130 Mbps a 300 Mbps. Un tale aumento mi consente ora di guardare video in streaming con risoluzione Full-HD (1080p) senza problemi di stuttering o ritardi di sorta.

2. Stai in famiglia

Oltre a utilizzare un dispositivo Wi-Fi dedicato esterno, consiglio anche di scegliere router e scheda dello stesso produttore. Questo non significa che un router Linksys non funzioni bene con una scheda di rete Broadcom o D-Link, ma ho imparato che si ottengono prestazioni migliori restando in famiglia (lo so che questo è esattamente ciò che vogliono i produttori, ma io preferisco mantenere questa linea).

3. Utilizza un'antenna esterna per il router

Puoi potenziare in maniera significativa la tua connessione Wi-Fi sostituendo l'antenna oppure aggiungendo un'altra antenna esterna. A tale proposito, segui i consigli di questa guida e anche di quest'altra guida.

Cambia il canale Wi-Fi

Tutti i router moderni sono in grado di comunicare con il PC o il laptop utilizzando una serie di canali diversi. Tuttavia, se anche gli apparecchi Wi-Fi dei tuoi vicini comunicano utilizzando lo stesso canale, la velocità e l'affidabilità della tua rete wireless potrebbero risentirne. Windows offre una soluzione integrata che consente di verificare su quali canali comunicano tutte le reti Wi-Fi del vicinato. Ecco come funziona:

Passaggio 1 - avvia la riga di comando. A tale scopo, fai clic sul pulsante Start, scegli Tutti i programmi, Accessori e quindi fai clic su Prompt dei comandi.

Passaggio 2 - digita il comando seguente: netsh wlan show all.

Finestra dei comandi


Passaggio 3
- verrà visualizzato un lungo elenco delle reti wireless presenti nella tua zona. Scorri l'elenco e cerca la voce "Canale". Delle sette reti elencate nella mia schermata, quattro utilizzano il canale 6 per inviare dati, due utilizzano il canale 5 e una utilizza il canale 13.

Ecco perché dovrei scegliere un canale più basso oppure un canale compreso tra 6 e 13.

Risultato del comando: elenco di voci

Per cambiare canale devi utilizzare la pagina di configurazione del router.

Per accedervi in genere è necessario immettere l'indirizzo IP nel browser (leggi il manuale per sapere quale indirizzo digitare). Ad esempio http://192.168.1.1, quindi immetti il nome utente e la password specificati in fase di configurazione o, se non l'hai mai fatto, immetti le credenziali predefinite (operazione potenzialmente pericolosa).

Trova le impostazioni dei canali wireless. Nel caso del mio router tali impostazioni si trovano nella scheda "Wireless" sotto la categoria "Basic Wireless Settings":

Scheda Wireless, categoria Basic Wireless Settings

Seleziona un canale che non sia utilizzato (o sia utilizzato poco) nella tua zona. Nel mio esempio, io ho scelto il canale 10. Riconnetti tutti i dispositivi e vedi se la velocità migliora o se i problemi di affidabilità vengono risolti.

Configura un ripetitore wireless

Se il tuo appartamento o la tua casa ha pareti particolarmente spesse oppure è talmente grande che il router non è in grado di trasmettere un segnale stabile da un capo all'altro dell'edificio, probabilmente può essere utile acquistare un ripetitore wireless.

Router

Esteriormente i ripetitori wireless assomigliano ai router. Raccolgono i segnali Wi-Fi e li ritrasmettono con rinnovata intensità. I ripetitori si connettono al router wireless come un normale client, ricevendo un indirizzo IP tramite DHCP in maniera simile ai PC o ai laptop.

  • Posizione: suggerisco di seguire il primo consiglio di questa guida per individuare le aree con segnale debole. Posiziona quindi il ripetitore vicino a una di queste zone, assicurandoti tuttavia che rimanga comunque all'interno di un'area con segnale forte e sia in grado di raccogliere almeno l'80% del segnale proveniente dal router principale.
  • Hardware: quando scegli un ripetitore, non lasciarti confondere dai nomi, alcune aziende infatti li chiamano anche "range extender" o "Wi-Fi expander" o simili. In realtà sono tutti la stessa cosa. Assicurati semplicemente di sceglierne uno che ritrasmetta il segnale 802.11n o il segnale AC e accertati che sia compatibile con il tuo router.
  • Configurazione: ogni produttore prevede procedure di configurazione diverse. In generale, tutto ciò che ti serve sono il nome della rete e la relativa password.

Suggerimento: cerca tra le risorse disponibili una panoramica generale sui ripetitori wireless. Oppure leggi questa guida completa all'utilizzo del router come ripetitore wireless universale.

Ottimizza le impostazioni Wi-Fi

I router presentano una serie di complicate impostazioni che possono aiutarti a ottimizzare il segnale di casa. Sfortunatamente, i produttori tendono ad assegnare nomi diversi alle varie opzioni, per cui ti forniremo solo alcuni consigli che spiegano dove e che cosa cercare. Dovrai anche controllare i valori predefiniti di alcune impostazioni.

  • Modalità wireless a 5 Ghz: se il tuo router e la tua scheda supportano la frequenza a 5 Ghz, consiglio di utilizzarla al posto dei comuni 2,4 Ghz. Questi dispositivi cosiddetti dual-band sono infatti in grado di offrire una velocità effettiva migliore quando è attivata la modalità a 5 Ghz.

È tutta questione di velocità effettiva

Per abilitare la connessione a 5 GHz, accedi alla pagina di configurazione del router (visualizzata normalmente sul dispositivo) e cerca le impostazioni wireless. Se trovi un'opzione relativa a una connessione a 5 GHz, abilitala.

  • Soglia RTS: RTS è l'acronimo di "Request to send". Questa funzione essenzialmente chiede a laptop e smartphone il permesso di inviare il pacchetto dati successivo. Minore è la soglia, più stabile risulta la rete Wi-Fi, in quanto chiede più spesso di inviare pacchetti.

    Se NON hai problemi con il Wi-Fi, verifica che la Soglia RTS sia impostata sul valore massimo consentito. Per fare questo, vai nella configurazione del router, cerca il valore della soglia RTS tra le impostazioni wireless e impostalo su 2347.

    Se invece HAI problemi con il Wi-Fi (interruzioni, devi riavviare ogni tanto e così via), prova ad abbassare questo valore.

È tutta questione di velocità effettiva

  • Soglia di frammentazione: questo valore viene utilizzato per impostare la dimensione massima dei pacchetti che possono essere inviati. Pacchetti di dimensioni inferiori migliorano l'affidabilità, ma riducono le prestazioni. A meno di non avere problemi con una rete inaffidabile, non è consigliabile ridurre la soglia di frammentazione. Verifica che siano selezionate le impostazioni predefinite (solitamente 2346).
  • Abilita le impostazioni multimediali e per i giochi: Alcune schede wireless possono essere configurate per l'utilizzo comune oppure per i giochi e le attività multimediali. Se guardi spesso video in streaming o sei appassionato di giochi, abilitando questa seconda modalità sarai sicuro che venga data la priorità a questi pacchetti di rete. In questo modo, se stai guardando un video in rete, il video avrà la priorità.

Gestire il traffico

Misura e diagnostica il tuo Wi-Fi

Questo suggerimento non è una tecnica di ottimizzazione vera e propria, ma è un ottimo sistema per determinare se i nostri consigli hanno prodotto un effetto positivo sulla tua rete. Sono disponibili numerosi strumenti per verificare tempo di risposta, velocità effettiva e performance di streaming della tua configurazione wireless. Noi ti consigliamo Speed Lite, Lanbench e Netstress.

image002

In genere, è necessario immettere gli indirizzi IP (o i nomi di rete) da due PC per eseguire i test. 

Sostituisci l'antenna

Alcuni produttori di router vendono anche antenne esterne molto più potenti rispetto all'antenna integrata nel router. Se il tuo segnale è debole in certi punti (e tutti i consigli forniti finora non sono serviti a nulla), prova a verificare se il produttore del tuo router vende anche antenne omnidirezionali o direzionali.

  • Antenna omnidirezionale: invia un segnale in tutte le direzioni. Per impostazione predefinita, la maggior parte delle antenne integrate sono omnidirezionali, ma non sono tutte uguali in termini di potenza, per cui acquista un'antenna più lunga ad ampio raggio ("high-gain").

Antenne Wi-Fi esterne

  • Antenna direzionale: questo tipo di antenna invia un forte segnale wireless in una determinata direzione anziché diffonderlo in tutte le direzioni, migliorando le prestazioni in un'area specifica, un po' come puntare una torcia in una determinata direzione anziché utilizzare un comune lampadario da soffitto.

Per collegare la nuova antenna, di solito è necessario utilizzare il connettore SMA o MMCX. Per saperne di più sulle antenne wireless, ti rimandiamo al sito Web Do-It-Yourself Wireless Antenna Update di BinaryWolf, dove troverai ottime guide pratiche e utili consigli relativi all'hardware, che ti aiuteranno a scegliere l'antenna migliore e la configurazione più adatta alle tue esigenze.

Con questo abbiamo terminato. Seguendo questi suggerimenti e consigli dovresti riuscire a migliorare le prestazioni della tua rete Wi-Fi domestica e la tua esperienza utente.

AVG Driver Updater - Scansione gratuita

 

AVG Driver Updater Scansione gratuita