"Progettato per la velocità" afferma uno dei primi messaggi pubblicitari visualizzati durante la prenotazione di una copia gratuita di Windows 10, che promette tempi di avvio inferiori, tempi di ripristino più rapidi e molto altro. Ma Windows 10 è realmente tanto più veloce rispetto al suo diretto predecessore? Per verificarlo, abbiamo deciso di sottoporlo ad alcuni test. In questo articolo vedremo come se l'è cavata il nuovo sistema operativo di casa Microsoft in diversi scenari, in particolare: tempo di avvio, prestazioni durante le attività, fluidità di gioco e durata della batteria.

Il dispositivo testato

I test sono stati eseguiti nel nostro laboratorio con un notebook multimediale di fascia alta, un Asus UX-501.

Notebook Asus UX-501

La configurazione del laptop era la seguente: Core i7 (con clock fino a 3,6 GHz), 16 GB di RAM, scheda grafica GeForce 960M GTX piuttosto potente e unità SDD da 128 GB incredibilmente veloce. Trattandosi di uno dei prodotti di punta del 2015, eravamo sicuri che questo notebook ci avrebbe consentito di dimostrare in maniera definitiva se e in che misura Windows 10 è davvero più veloce rispetto alla precedente versione preinstallata, ovvero Windows 8.1.

Modalità di esecuzione dei test

Per ottenere risultati riproducibili e confrontabili, abbiamo eseguito un'installazione pulita di entrambe le versioni di Windows. Inoltre, abbiamo installato sul computer solo le versioni più recenti dei driver e il nostro software di rilevazione della velocità, PCMark 8. Abbiamo quindi preparato entrambe le installazioni nel modo seguente:

  • I computer si trovavano in una stanza con temperatura di 23 °C e illuminazione di 250 (+/- 50) lux.
  • Abbiamo selezionato la Combinazione per il risparmio di energia "Bilanciata".
  • Tutte le attività pianificate e automatizzate sono state eseguite utilizzando il comando "Rundll32.exe advapi32.dll,ProcessIdleTasks".
  • Abbiamo installato tutti gli aggiornamenti.
  • Tutte le funzionalità di ottimizzazione di Windows sono state lasciate abilitate.
  • Tutti i test di benchmark sono stati ripetuti tre volte e abbiamo quindi calcolato la media dei risultati.

Diamo ora un'occhiata ai test eseguiti prima e dopo l'aggiornamento a Windows 10 build 10240 (si tratta della build finale che include gli ultimi aggiornamenti del 27 luglio 2015):

1. Tempo di avvio del PC

Per i test relativi al tempo di avvio abbiamo utilizzato Windows® Performance Toolkit, una serie di strumenti impiegati comunemente da produttori di software e di hardware per testare l'impatto dei loro prodotti sulla durata della batteria e sulle prestazioni di computer con una configurazione tipica.

Tempo di avvio ridotto dell'8% su un notebook Asus UX 501(Core i7)

La differenza non è enorme, ma suggerisce che Microsoft sta lavorando sodo per limare il più possibile il tempo di avvio. 9 secondi anziché 8,3 sono una differenza impercettibile su un computer così potente, mentre su un PC o un laptop più lento potrebbero tradursi in un guadagno ben più consistente.

Vincitore: Windows 10

2. Tempo di avvio di Internet Explorer

Le applicazioni vengono aperte e chiuse in continuazione nel corso di una tipica giornata di lavoro. Tempi di caricamento lunghi non sono solo una seccatura per l'utente, ma possono talvolta impedire di lavorare o di navigare sul Web come si dovrebbe. Per questa ragione abbiamo utilizzato Windows Assessment Toolkit per misurare quanto impiega un'applicazione ad avviarsi, nel caso specifico Internet Explorer.

Tempo di avvio di Internet Explorer ridotto del 50% su un Asus UX 501(Core i7)

Anche in questo caso, una riduzione da 0,9 a 0,45 secondi è qualcosa che ben pochi noterebbero, eppure è un'altra dimostrazione di come Microsoft stia migliorando le prestazioni.

Vincitore: Windows 10

3. Prestazioni di scrittura, navigazione e chat video

Per eseguire il test successivo abbiamo impiegato lo strumento di benchmark PCMark 8, che utilizza scenari reali, come navigazione sul Web, Office 2013, Adobe Creative Suite e altri strumenti ancora, per ricreare tipici scenari aziendali e domestici. Il test ha misurato il tempo esatto, fino al millisecondo, impiegato per svolgere varie attività:

Miglioramento dell'1% nelle prestazioni di navigazione sul Web, scrittura e chat video su un Asus UX 501(Core i7)

I numeri nei grafici indicano il tempo impiegato per completare i benchmark di navigazione. Sfortunatamente, in questo caso, i risultati non sono stati molto diversi. Una differenza di 0,11 secondi rientra perfettamente nel margine di errore e non produce alcun effetto reale.

Vincitore: Pari

4. Prestazioni di Word, PowerPoint ed Excel

Nel corso del test successivo PCMark ha eseguito una serie di azioni automatizzate in Word, PowerPoint ed Excel per misurarne le prestazioni, ad esempio è stato convertito e calcolato un file di Excel molto grande.

Prestazioni di Office 2013 migliorate dell'8% su un Asus UX 501(Core i7)

Il risultato del test è stato impressionante. In tutte le ripetizioni dei test relativi all'utilizzo del pacchetto Office, Windows 10 si è rivelato più veloce dell'8%.

Vincitore: Windows 10

5. Prestazioni di Grand Theft Auto V

Grazie all'onnipresenza di servizi come Steam e all'aumento delle vendite di PC e laptop potenti, i videogiochi sono ormai diventati non solo le applicazioni più popolari su PC, ma anche quelle che comportano un utilizzo più intensivo delle risorse. Per questa ragione abbiamo utilizzato il gioco di maggior successo del 2015, Grand Theft Auto V, insieme con il suo strumento di benchmark integrato, per misurare la media dei fotogrammi al secondo (FPS, Frame Per Second) per le diverse scene e i diversi scenari di gioco.

Nessun miglioramento nel numero di fotogrammi al secondo su un notebook Asus UX 501(Core i7) Schermata del gioco

Windows 10 in realtà si è rivelato leggermente più lento, ma comunque sempre entro la tolleranza di test. Tuttavia, uno dei vantaggi principali di Windows 10 è rappresentato dall'implementazione esclusiva della piattaforma di grafica Microsoft DirectX 12, che dovrebbe velocizzare i giochi fino al 50%. Sfortunatamente, stiamo ancora aspettando titoli compatibili, per cui al momento non c'è modo di metterla alla prova.

Vincitore: Pari

6. Prestazioni di Adobe Creative Suite

Se gli ultimi due test hanno riguardato attività svolte per lo più da utenti di tipo consumer, come la navigazione sul Web o l'utilizzo di Office, i professionisti hanno spesso bisogno per il loro lavoro di livelli di prestazioni più elevati. Per questa ragione abbiamo messo alla prova i due sistemi con Adobe Creative Suite.

Prestazioni di Adobe Creative Suite migliorate del 17% su un Asus UX 501(Core i7)

Di nuovo, Windows 10 ha ottenuto i risultati migliori, probabilmente grazie ai miglioramenti apportati all'utilizzo delle risorse e al supporto per i driver.

Vincitore: Windows 10

7. Durata della batteria durante le attività

Microsoft ha promesso una migliore gestione dell'alimentazione in Windows 10, in modo da garantire una maggior durata della batteria quando non si è collegati alla rete elettrica. Abbiamo testato questo aspetto eseguendo i test delle attività di PCMark a ciclo continuo, fino all'esaurimento della batteria. Risultato:

Durata della batteria aumentata del 7% durante l'attività su un Asus UX 501(Core i7)

In tutte e tre le ripetizioni dei test, Windows 10 ha fatto registrare una durata di funzionamento di 9 minuti in più rispetto a Windows 8.1. Un miglioramento non strabiliante, ma di tutto rispetto.

Vincitore: Windows 10

8. Durata della batteria durante l'utilizzo di giochi

I videogiochi sono l'attività che comporta l'utilizzo più intensivo della batteria, pertanto non ci ha sorpreso scoprire che i nostri test sono stati portati a termine tanto rapidamente. Sfortunatamente, anche con le versioni più aggiornate dei driver NVIDIA (28 luglio 2015), durante l'utilizzo di GTA V con scheda grafica GeForce 960M CTX la batteria si è esaurita più rapidamente:

Riduzione del 13% della durata della batteria durante l'esecuzione di GTA 5 su un Asus UX 501(Core i7)

Proprio così. Windows 10 ha registrato una riduzione del 13% nella durata della batteria durante i nostri test. La collaborazione tra NVIDIA e Microsoft potrebbe consentire di risolvere questo problema prima del rilascio di un nuovo driver.

Vincitore: Windows 8.1

9. Durata della batteria durante la riproduzione di un video

Dopo l'esito del test relativo ai videogiochi, è stata una sorpresa scoprire un significativo miglioramento nella durata della batteria registrato da Windows 10 nel corso dei test di riproduzione video. Durante la visione ripetuta di un filmato a 1080p utilizzando Windows Media Player su Windows 8.1, la batteria si è esaurita dopo 2 ore e 25 minuti, mentre con Windows 10, è durata ben tre ore. Probabilmente Windows 10 esegue alcune operazioni in background che riducono l'utilizzo delle risorse durante la riproduzione di filmati.

Aumento del 25% della durata della batteria durante la riproduzione di un filmato su un Asus UX 501(Core i7)

Vincitore: Windows 10

Verdetto

La prima versione di Windows 10 si rivela un po' più veloce rispetto a Windows 8.1. Niente di straordinario, tuttavia. Alcune aree presentano miglioramenti solo marginali, mentre il vantaggio più netto si registra nella durata della batteria durante la visione di video.

Inoltre, per i nostri test abbiamo messo a confronto due installazioni pulite di Windows 8.1 e Windows 10. Tuttavia, il vero punto debole nelle prestazioni dei sistemi operativi riguarda in realtà il loro lento e graduale rallentamento nel tempo, via via che si installano nuovi programmi e nuovi driver. Per questa ragione, per il prossimo post installeremo oltre 150 programmi su nuovi dispositivi dotati di Windows 10 per scoprire in che misura il nuovo sistema operativo Microsoft sia in grado di gestire il carico e quale aiuto possa fornire in tal senso AVG.

Torna a trovarci presto. Ti aspettiamo.

AVG TuneUp Provalo GRATIS