SSD_vs_HDD-which_should_you_buy-Hero

Che differenza c'è tra SSD e HDD?

Le unità SSD sono dispositivi di archiviazione più recenti e veloci. Entrambi possono contenere terabyte di dati, ma nelle unità SSD tutti i dati sono istantaneamente accessibili. Questo significa che se scegli l'opzione SSD, il caricamento di file di grandi dimensioni richiederà pochi secondi anziché qualche minuto.

Questo articolo contiene:

    I dischi SSD rappresentano un enorme miglioramento rispetto agli HDD. Ma come funzionano? Cosa c'è all'origine di una così marcata differenza di velocità tra SSD e HDD?

    Le unità disco rigido (HDD, Hard Disk Drive) offrono un'ampia superficie di lettura o scrittura. Durante la lettura o la scrittura dei dati su un disco rigido, un sensore fisico deve spostarsi nella posizione corretta sul disco, come la puntina di un giradischi su un disco in vinile.

    Le unità a stato solido (SSD, Solid State Drive) sono invece costituite da trilioni di "celle", ognuna contenente un singolo bit di dati. Tutte le celle sono direttamente collegate a un chip in grado di leggere le rispettive cariche elettriche, ed è così che i dati vengono trasmessi. Questo funzionamento della memoria flash si traduce in un'esperienza di elaborazione incredibilmente veloce, tanto veloce che non potrai più farne a meno.

    Qual è la tipologia migliore: SSD o HDD?

    Le unità a stato solido sono superiori rispetto alle unità disco rigido in termini di velocità, mentre sono a pari livello per tutto il resto, tranne il prezzo. In quest'ottica, le unità SSD sono migliori delle HDD. Tuttavia, sebbene i prezzi stiano scendendo, le SSD rimangono sempre più costose delle tradizionali HDD. Se un'unità HDD può soddisfare le tue esigenze in modo altrettanto soddisfacente, spendere di più per un dispositivo SSD potrebbe non valere la pena.

    Le unità a stato solido sono superiori rispetto alle unità disco rigido in termini di velocità, mentre sono a pari livello per tutto il resto, tranne il prezzo.

    A seconda delle tue abitudini o della tua professione, caricare grandi quantità di dati è solo una parte di quello che fai ogni giorno quando usi il computer. Se i dispositivi SSD costano circa il doppio per gigabyte e offrono un'esperienza significativamente diversa solo in situazioni circoscritte (in cui potresti non trovarti mai), la domanda sorge spontanea: ne hai davvero bisogno? Se non ti trovi regolarmente a maneggiare file di grandi dimensioni, le unità SSD potrebbero essere un lusso non necessario. 

    Se invece ti occupi di editing fotografico o video, le prestazioni superiori offerte dalle SSD molto probabilmente per te sono una necessità. Ma la maggior parte di noi non è un editor multimediale. Avendo chiarito questo punto, approfondiamo il tipo di esperienza che otterrai da un'unità SSD.

    Velocità: SSD e HDD a confronto

    Rispetto a un disco rigido, un'unità a stato solido è fino a 10 volte più veloce in lettura e fino a 20 volte più veloce in scrittura. Questi valori non rappresentano gli estremi, bensì la velocità effettiva delle unità di fascia media per ciascuna categoria. E le differenze in termini di velocità possono solo aumentare con il passaggio dai connettori PCIe 3.0 a 4.0 nelle schede madri dei computer.

    I dischi SSD sono talmente superiori in velocità rispetto ai dischi rigidi che per esprimere tutta la loro potenza si è reso necessario inventare una nuova interfaccia, cioè la connessione tra l'unità e la scheda madre del computer. In passato si utilizzava l'interfaccia SATA, risalente ai tempi in cui le unità disco rigido avevano il dominio indiscusso. Ciò ha permesso di sostituire facilmente i dispositivi HDD con gli SSD, un passaggio necessario nella transizione alle unità a stato solido.

    La velocità di lettura e scrittura dei dati risulta rispettivamente 10 e 20 volte più elevata nei dischi SSD che negli HDD.Le unità SSD sono molto più veloci delle unità HDD.

    Al giorno d'oggi le unità a stato solido possono funzionare come originariamente previsto grazie a NVMe, un nuovo tipo di interfaccia SSD sviluppato collettivamente da Intel, Sandisk e altri produttori leader del settore. Mentre le unità SATA precedenti consentivano il trasferimento delle informazioni esclusivamente in un canale, NVMe utilizza più canali in grado di leggere e scrivere contemporaneamente.

    Questo consente alle unità NVMe di leggere e scrivere i dati molto più rapidamente rispetto alle SATA.

    • Su un disco HDD standard, la copia di un file di grandi dimensioni, come un film o un progetto grafico, avviene a una velocità relativamente bassa di 15-30 MB/s. Un disco SSD SATA può copiare lo stesso file a 500 MB/s, mentre un SSD NVMe più recente raggiunge i 3.500 MB/s, ovvero 3,5 GB al secondo. Il backup dei dati da un'unità all'altra è molto più veloce con un disco SSD.

    • Anche l'esecuzione di operazioni di lettura/scrittura di minore entità avviene a velocità di gran lunga superiori nelle unità SSD, rendendo il computer molto più reattivo. La maggior parte delle normali attività del computer, come l'apertura di un programma o la navigazione sul Web, richiede che il sistema operativo acceda a piccoli gruppi di dati da 4 KB. I dischi rigidi possono accedere a questi dati a velocità che vanno da 0,1 a 1,7 MB/s, mentre un disco SSD può eseguire queste operazioni di "lettura/scrittura 4K" a velocità comprese tra 50 e 250 MB/s.

    In parole povere, le unità SSD (che già erano molto più veloci di quelle HDD quando utilizzavano un protocollo di trasferimento obsoleto) adesso sono delle vere e proprie saette rispetto ai dischi rigidi. 

    Indipendentemente dal tipo di unità in uso, tuttavia, esperienza utente e velocità non potranno mai essere ottimali, se il computer è intasato da elementi inutili. Con AVG TuneUp, le operazioni di manutenzione vengono eseguite in modo automatico e regolare, per impedire a programmi indesiderati, file spazzatura e altro bloatware di rallentare il tuo computer e interferire con le tue attività.

    Prestazioni e capacità: SSD e HDD a confronto

    I dischi SSD, la tipologia di unità più recente e più veloce che stiamo esaminando, di solito offrono meno spazio di archiviazione rispetto agli HDD. Tuttavia, i loro vantaggi in termini di prestazioni potrebbero renderli la scelta migliore, a seconda delle tue esigenze. Grazie alle velocità di lettura 4K incredibilmente elevate, le unità SSD avvieranno il tuo sistema operativo in pochi secondi. 

    Noterai miglioramenti delle prestazioni anche quando apri programmi e file più piccoli: le lunghe attese per il caricamento del browser saranno un lontano ricordo. E se mai avrai bisogno di riformattare il disco rigido, ad esempio prima di vendere il computer, potrai farlo in modo facile e veloce con un'unità SSD.

    Cosa scegliere: SSD da 256 GB o HDD da 1 TB? A meno che non sia assolutamente necessaria una maggiore capacità di archiviazione, i vantaggi di un'unità SSD generalmente compensano il limite della capacità di archiviazione ridotta rispetto ai dispositivi HDD dello stesso prezzo. 

    Un computer che si avvia quasi all'istante è sufficiente a convincere chiunque, specialmente in un mondo in cui l'archiviazione esterna si fa sempre più economica.

    Affidabilità: SSD e HDD a confronto

    Le unità SSD sono più affidabili di quelle HDD? A conti fatti, ormai la tecnologia SSD è affidabile tanto quanto un disco HDD standard. Per effetto della grande diffusione dello streaming, la maggior parte delle persone non memorizza più enormi quantità di musica o film nelle proprie unità, il che va sicuramente a vantaggio dei dischi SSD. 

    I dischi SSD sono fatti per gestire carichi di lavoro quotidiani con operazioni di lettura e scrittura frequenti, non per essere riempiti di file che rimangono inutilizzati per anni. In altre parole, l'affidabilità è una delle qualità più utili degli SSD.

    Le unità SSD hanno fatto molta strada. Nuove tecniche di ottimizzazione come TRIM e wear leveling danno priorità alle prestazioni e impediscono l'usura delle singole celle di memoria. Se sei abituato a usare un disco HDD, non riscontrerai problemi di affidabilità passando a un SSD, ma noterai solo vantaggi. 

    Non per questo, però, potrai ignorare la manutenzione periodica per velocizzare e pulire il PC e mantenere il disco SSD in buone condizioni: un requisito che è rimasto inalterato dai tempi degli HDD, del comando CHKDSK o della deframmentazione del disco

    Con una corretta manutenzione, il tuo dispositivo SSD durerà un'eternità. E il modo migliore per garantire che si mantenga in condizioni ottimali è l'utilizzo di uno strumento completo per l'ottimizzazione delle prestazioni, come AVG TuneUp.

    Durata: SSD e HDD a confronto

    Se usate regolarmente, le unità a stato solido durano in genere circa dieci anni, un periodo equivalente a quello delle tradizionali unità disco rigido. Non è sempre stato così, perché le celle di un'unità a stato solido possono essere scritte e lette solo un numero limitato di volte. I dischi rigidi hanno invece una capacità teoricamente infinita di lettura/scrittura, sempre che le parti meccaniche interne funzionino correttamente.

    Le nuove tecnologie come il wear leveling hanno migliorato l'aspettativa di vita dei dispositivi SSD fino a raggiungere il livello attuale. Anche se la memoria SSD è ancora limitata a un numero prestabilito di operazioni, i dispositivi sono migliorati così tanto che sarà necessario sostituire l'intero computer ben prima che tale limite venga raggiunto. E, soprattutto, i dischi SSD non hanno parti mobili, eliminando quindi il rischio di guasti meccanici.

    Al giorno d'oggi il tasso di sostituzione delle unità SSD è inferiore del 25% rispetto a quello delle unità HDD, determinando quindi una durata del computer superiore a quella abituale (ovviamente purché vengano mantenuti aggiornati i driver ed eseguite altre operazioni di manutenzione necessarie). Si tratta di un motivo piuttosto valido per passare a un disco SSD.

    I dischi SSD sono molto più piccoli degli HDD e non presentano parti mobiliCome le unità M.2, i dischi SSD sono molto più piccoli degli HDD e non presentano parti mobili.

    Prezzo: SSD e HDD a confronto

    I dischi SSD sono più costosi degli HDD (circa il doppio per gigabyte) e, sebbene i prezzi degli SSD siano diminuiti negli ultimi anni, non si prevedono cambiamenti nell'immediato. Le materie prime per gli SSD costano di più al produttore e la costruzione del dispositivo è molto più complessa. 

    Le unità HDD contengono una lastra uniforme di metallo, in cui la capacità di archiviazione è limitata solo dall'ampiezza dell'area della superficie o da quanto in piccolo si riesce a scrivere. Ricordi quando dicevamo che i dischi SSD contengono trilioni di "celle"? Qualcuno deve costruirle, queste celle. Non è sufficiente rivestire un pezzo di metallo con il nastro magnetico. 

    Se si considera che questi transistor vengono ridotti a dimensioni sempre più microscopiche, risulta davvero incredibile che gli SSD siano solo due volte più costosi per gigabyte rispetto agli HDD. 

    Un altro fattore che fa lievitare i prezzi è la domanda: la verità è che non sono molte le persone che hanno bisogno di un disco SSD. Quando la domanda è bassa, i produttori non devono affannarsi per soddisfarla o proporre prezzi concorrenziali. Pertanto, il rapporto di prezzo per GB tra SSD e HDD è pressoché stabile.

    I dischi SSD a buon prezzo sono spesso di scarsa qualità. Se non vuoi ritrovarti con un SSD scadente, stai alla larga da produttori poco conosciuti o inaffidabili.

    E i laptop?

    La tecnologia a stato solido ha reso i laptop ancora più leggeri e facili da trasportare. In effetti, la differenza è tale che ormai praticamente tutti i nuovi laptop sono dotati di SSD.

    Le unità SSD sono diventate un componente standard nei laptop per i seguenti motivi:

    • Non hanno parti mobili e sono quindi più resistenti.

    • Sono più silenziose rispetto ai dischi HDD.

    • Pesano meno delle unità HDD.

    • Utilizzano l'energia in modo più efficiente rispetto ai dischi rigidi, prolungando la durata della batteria.

    • Avviano i sistemi operativi e caricano le app molto più velocemente.

    Si tratta di vantaggi significativi per chiunque utilizzi un laptop. Se da un lato a parità di costo ottieni meno spazio di archiviazione, dall'altro hai accesso a una serie di altri vantaggi che risultano in genere determinanti. Puoi anche scegliere di spendere di più per un dispositivo SSD più grande, a seconda delle opzioni fornite dal produttore del laptop.

    Insomma, quale è meglio scegliere?

    Conviene comprare un dispositivo SSD o HDD? Sta a te decidere. 

    La domanda fondamentale è questa: usi regolarmente file di grandi dimensioni? I dispositivi SSD sono di grande aiuto per i seguenti gruppi di persone:

    • Produttori video ed editor multimediali

    • Grafici

    • Fotografi

    • Chiunque utilizzi Photoshop o programmi di simile entità

    Per chi non rientra in queste categorie, i vantaggi in termini di prestazioni offerti dalle unità SSD potrebbero non bastare a bilanciare il costo più elevato.

    icon_01Per un'azienda sono meglio i dispositivi SSD o HDD?

    Le aziende sia di grandi che di piccole dimensioni dovrebbero optare per le unità SSD per una serie di motivi. I tempi di avvio rapidi e le eccezionali velocità di trasferimento dei file offrono un significativo incremento della produttività, mentre i limitati consumi energetici riducono i costi e migliorano la durata della batteria. 

    Le aziende con attività server intensive o ingenti carichi di lavoro in lettura/scrittura dovrebbero orientarsi alle unità SSD aziendali. Si tratta di unità SSD più costose realizzate per resistere alle interruzioni dell'alimentazione e per registrare tassi di errore inferiori. 

    Le unità SSD aziendali sono inoltre costruite con le più robuste celle a livello singolo (SLC, Single-Level Cell), in grado di gestire molte più operazioni di lettura e scrittura rispetto alle celle a triplo livello (TLC, Triple-Level Cell) presenti nella maggior parte dei dispositivi SSD di tipo consumer. In ogni caso, devi prestare attenzione a queste specifiche solo se prevedi un utilizzo intensivo atipico per un normale PC.

    icon_02Per i gamer sono più indicati i dispositivi SSD o HDD?

    Con il rilascio di PlayStation 5, gli SSD sono ufficialmente diventati il nuovo standard per il gaming. Dal confronto tra i tempi di caricamento di PS4 e PS5, dotate rispettivamente di unità HDD e SSD, è evidente il vantaggio offerto da queste ultime. È solo questione di tempo prima che tutti i nuovi giochi AAA richiedano un'unità a stato solido.

    Tuttavia, per chi ha un budget limitato, scegliere un disco rigido è più che sufficiente, soprattutto dal momento che i dischi SSD impongono notevoli limiti di spazio. Anche con un'unità HDD sono tante le cose che puoi fare per migliorare le prestazioni di gioco del tuo computer.

    Indipendentemente dalla tecnologia che preferisci, non rinunciare ad AVG TuneUp

    Con l'uno o con l'altro tipo di unità, è comunque fondamentale mantenere il computer il più pulito e veloce possibile. Non vorrai certo che tonnellate di dati inutili rallentino il disco...

    AVG TuneUp può essere la soluzione che fa per te, perché svolge in modo automatico le attività di ottimizzazione e di eliminazione di app e programmi che riducono le prestazioni, assicurandoti un computer sempre veloce e privo di file spazzatura. Che tu abbia un disco HDD o SSD, con AVG TuneUp le prestazioni del tuo dispositivo di archiviazione saranno sempre al massimo. Ottieni la versione di prova gratuita oggi stesso.

    Ottimizza il tuo dispositivo Android con AVG Cleaner

    Installazione gratuita

    Proteggi il tuo iPhone dalle minacce con AVG Mobile Security

    Installazione gratuita