Clonare un'unità disco rigido vuol dire creare una copia perfetta del disco, completamente avviabile ed esattamente come l'originale. Puoi decidere di clonare il disco rigido per effettuare il backup di dati importanti, eseguire la migrazione a un nuovo computer o l'upgrade a un'unità SSD (Solid State Drive). Scopri come clonare l'unità disco nei computer Windows e nei Mac con la nostra guida dettagliata.

Che cosa significa clonare un disco?

Un disco rigido clonato è una copia esatta dell'originale, inclusi il sistema operativo e tutti i file necessari per l'avvio e l'esecuzione. Tieni presente che la clonazione di un'unità e il backup dei file sono due operazioni differenti:

  • I backup copiano solo i file. Quando esegui il backup in un'unità disco rigido esterna o nel cloud, crei duplicati dei tuoi file, ma questo backup non può fungere da unità indipendente autonoma. Gli utenti Mac possono eseguire il backup con Time Machine e anche Windows offre utilità di backup integrate.
  • La clonazione copia tutto. Un'unità clonata è una copia esatta dell'originale. Se inserisci un'unità clonata in un computer, potrai avviarla e usarla normalmente.

Perché clonare il disco rigido?

Non è mai una cattiva idea proteggersi con una copia extra del disco rigido. In generale, la maggior parte degli utenti procede alla clonazione per uno dei motivi seguenti:

  • Creazione di un backup completo: un backup è utilissimo nel caso di un'infezione da malware. Molti tipi di malware possono danneggiare file, dati o addirittura l'intero sistema operativo. Il ransomware cripta i file rendendoli inutili e chiede un riscatto per decriptarli. Se hai una copia clonata del disco rigido precedente al momento dell'infezione, puoi semplicemente cancellare il sistema e ripartire da zero con il clone. Ma se non hai clonato il disco rigido prima dell'infezione da malware, ormai è troppo tardi. Quindi, clona subito la tua unità e fatti trovare pronto!
  • Migrazione a una nuova unità: stai per comprare un nuovo computer? Se cloni la tua vecchia unità, non dovrai reinstallare tutto sul nuovo PC. Al termine dell'operazione, potrai rimuovere l'unità originale e montarla in un alloggiamento esterno per conservarla come backup. Assicurati di smaltire correttamente il tuo vecchio dispositivo!
  • Aggiornamento dell'unità: ci sono moltissimi motivi per cui passare da un'unità disco rigido (HDD) a una SSD è una buona idea, specialmente se consideri la maggiore velocità che garantirà al tuo computer. Se passi da un'unità HDD a una SSD, la clonazione può aiutarti a spostare tutti i tuoi dati nella nuova unità.

Come clonare un'unità HDD in una SSD

Clonare un'unità HDD in una SSD è semplice come eseguire la migrazione da un'unità HDD a un'altra. Il processo è essenzialmente lo stesso, a prescindere dal tipo di unità in uso. Il software per la clonazione del disco (Utility Disco in macOS o un'opzione di terze parti in Windows) gestirà tutti gli aspetti tecnici. Molti strumenti includono anche speciali funzionalità che ottimizzano il processo di clonazione per le unità SSD.

Tutto quello che devi fare è assicurarti che la tua nuova unità SSD sia abbastanza capiente da contenere tutto quello che si trova attualmente nel disco HDD e verificare che entrambe le unità siano formattate con lo stesso stile. Al termine, puoi ottimizzare le impostazioni di configurazione per ottenere il massimo dalla tua nuova unità SSD.

Cose da fare prima di clonare un'unità

Prima di clonare la tua unità, ci sono alcune operazioni preliminari da eseguire. Potresti anche dover acquistare o prendere in prestito attrezzatura specifica se non ne disponi già.

Sono richiesti:

  • Una seconda unità di dimensioni sufficienti. Per la clonazione servono due unità: quella originale con i dati e il sistema operativo e una seconda unità che diventerà il clone. Assicurati che questa seconda unità sia di dimensioni sufficienti a contenere tutti i dati clonati e abbia spazio extra per i futuri file.
  • Un modo per connettere le unità. Se stai installando una seconda unità nel tuo PC, non dovrai preoccuparti di questo aspetto. In caso contrario, avrai bisogno di una scheda o di un dock esterno per connettere la nuova unità al computer prima della clonazione.
  • Un alimentatore. Collega l'alimentatore se procedi alla clonazione da un laptop. La clonazione richiede parecchio tempo, specialmente se hai molti dati, e non è il caso che la batteria si scarichi prima che il processo sia completato.

Se sei un utente Apple, vai direttamente alle istruzioni per clonare il disco rigido sul Mac.

Come clonare il disco rigido in Windows

Una volta che hai tutto pronto, puoi procedere alla clonazione della tua unità disco rigido Windows. Prima di iniziare, pulisci l'unità attuale. Con il passare del tempo, i dischi risultano rallentati dai moltissimi dati temporanei non necessari, cache, file duplicati e app che non usi mai. Il processo di clonazione richiederà decisamente più tempo se include anche questi dati inutili. Il modo più semplice per tirare a lucido la tua unità consiste nell'utilizzare uno strumento di pulizia specializzato come AVG TuneUp, che ti permetterà di sbarazzarti di gigabyte di dati non necessari e altri file inutili in modo semplice e rapido.

Prova AVG TuneUp GRATUITAMENTE

 

Una volta che la tua unità è pulita e pronta, è il momento di clonare il disco rigido Windows.

1. Scarica e installa uno strumento affidabile per la clonazione dell'unità

Windows non dispone di utilità di clonazione integrate, quindi dovrai scaricarne una. Lo strumento di clonazione prescelto per questo articolo è Macrium Reflect Free. Un altro comunemente diffuso è EaseUS. Ecco come si presenta Macrium Reflect:The Macrium Reflect hard drive cloning tool for Windows

2. Seleziona l'unità di origine

La parte in alto della schermata principale mostra le unità del computer con le relative partizioni. In alcuni casi Windows crea piccole partizioni di un paio di GB che ospitano strumenti di riparazione o utilità di avvio. Dovrai copiarli insieme ai dati se vuoi che la tua nuova unità funzioni autonomamente. Altrimenti, puoi semplicemente deselezionarli.Selecting the drive partitions to be cloned in Macrium Reflect for Windows

Dopo aver effettuato le tue scelte, fai clic su Clone this disk (Clona questo disco).

3. Specifica la destinazione di clonazione

A questo punto, dovrai indicare allo strumento di clonazione del disco dove inserire i dati clonati. Dopo aver fatto clic su Clone this disk (Clona questo disco), fai clic su Select a disk to clone to (Seleziona un disco per la clonazione). Se la nuova unità non è stata formattata correttamente, lo strumento di clonazione può occuparsene durante il processo. Basta fare clic su Delete Existing partition (Elimina partizione esistente).Cloning a hard drive in Macrium Reflect for Windows

4. Avvia l'esecuzione della clonazione

Sei pronto per avviare la clonazione! Il processo può richiedere alcune ore, a seconda della quantità di dati disponibili. Se procedi alla clonazione da un laptop, assicurati che sia collegato all'alimentazione.

Al termine del processo, puoi iniziare a utilizzare immediatamente l'unità clonata o tenerla da parte come backup.

5. Accedi all'interfaccia UEFI/BIOS per assicurarti che la clonazione sia avvenuta correttamente

Puoi avviare il computer dall'unità clonata per controllare che tutto funzioni correttamente. Per farlo, dovrai accedere al BIOS (Basic Input/Output System) o all'interfaccia UEFI (Unified Extensible Firmware Interface), quindi indicare al computer di lavorare dall'unità clonata invece che da quella originale. Il BIOS contiene le impostazioni del firmware del computer e, nei computer più recenti, è stato sostituito da un'interfaccia aggiornata detta UEFI.

Nei computer un po' più datati, puoi accedere al BIOS utilizzando un tasto o una combinazione di tasti specifica quando il computer viene avviato. Può trattarsi di F12, F2, ESC o CANC, ma il computer dovrebbe visualizzare queste informazioni su schermo durante le fasi di avvio iniziali. Nel BIOS cerca l'opzione Ordine di avvio o semplicemente Avvio. Da qui puoi selezionare l'unità che il PC deve utilizzare per l'avvio. Seleziona l'unità clonata per testarla.Configuring the boot order within the UEFI in Windows

Puoi accedere all'interfaccia UEFI in un PC più moderno tramite il menu Windows nell'angolo in basso a sinistra dello schermo. Apri il menu Windows, fai clic su Arresta, tieni premuto il tasto MAIUSC, quindi fai clic su Riavvia. Dopo una reimpostazione, il computer mostrerà una serie di opzioni di configurazione avanzate. Seleziona Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Impostazioni firmware UEFI, quindi fai clic su Riavvia. All'interno dell'interfaccia UEFI puoi indicare al computer di utilizzare l'unità clonata.

Clonare il disco rigido su un Mac

Il Mac ha già tutto quello che serve per clonare l'unità disco, ovvero lo strumento Utility Disco. Per evitare di copiare gigabyte di file inutili, voci di registro danneggiate, foto duplicate, programmi che non sono più necessari e altro ancora, ti consigliamo di pulire a fondo il tuo Mac prima della clonazione. Puoi farlo manualmente, ma il processo di pulizia sarà molto più rapido, semplice e approfondito se usi uno strumento dedicato come AVG TuneUp per Mac.

Provare AVG TuneUp GRATUITAMENTE per Mac

 

Una volta che l'unità contiene solo i dati effettivamente necessari, è il momento di procedere. Tieni presente che Utility Disco usa il termine "ripristino" per indicare la clonazione, ma è la stessa cosa.

1. Esegui Utility Disco

Questo utile strumento è disponibile selezionando Applicazioni > Utility e infine Utility Disco. In alternativa, apri Spotlight digitando Comando + Spazio e cerca Utility Disco.

2. Seleziona l'unità di destinazione e fai clic su Ripristina

Con Utility Disco aperta, seleziona Visualizza > Mostra tutti i dispositivi nella barra dei menu in alto. Quindi, cerca nella barra laterale a sinistra l'unità da utilizzare per la clonazione. Ricordati che stai selezionando l'unità di destinazione, non quella originale che intendi clonare. Infine, fai clic su Ripristina.Selecting a destination drive to Restore in Disk Utility for macOS Catalina

3. Seleziona l'unità di origine dal menu a discesa

Utility Disco visualizzerà una nuova finestra con un menu a discesa denominato Ripristina da, in cui potrai scegliere l'unità di origine. Considera che Utility Disco ti avviserà che questo processo cancellerà l'intero contenuto dell'unità di destinazione.

Nella maggior parte dei casi avrai solo un'unità sul Mac. Selezionala dal menu a discesa, quindi fai clic su Ripristina per avviare il processo.Selecting a source drive to Restore from in Disk Utility for macOS

4. Aspetta che venga eseguita la clonazione prima di fare clic su "Fatto" quando richiesto

Utility Disco visualizzerà una barra di stato che si riempirà lentamente mentre è in corso la clonazione dell'unità. Al termine, fai clic su Fatto per completare l'operazione.

5. Avvia la nuova unità per verificare che la clonazione abbia avuto successo

Puoi controllare che l'unità clonata funzioni correttamente avviando il computer da tale unità.

Quanto tempo è richiesto per la clonazione di un'unità disco rigido?

Il tempo richiesto per clonare un'unità dipende dalla velocità di clonazione e dalle dimensioni dei dati. Ad esempio, se la velocità di clonazione è costante a 100 Mb/s, ci vorranno meno di 90 minuti per clonare un disco con 500 GB di dati. Per clonare la stessa unità da 500 GB a 50 Mb/s, ci vuole il doppio del tempo, all'incirca tre ore.

Una velocità di clonazione più elevata renderà più rapido il processo, ma volumi maggiori di dati richiederanno più tempo. Se l'unità di origine e quella di destinazione si trovano entrambe nello stesso computer, la connessione diretta tra le due dovrebbe risultare più veloce rispetto alla clonazione in un'unità esterna. Molte unità trasferiscono inoltre i dati a velocità ben inferiori al massimo consigliato, dal momento che questi numeri non sono intesi a rappresentare il tipo di attività prolungata che la clonazione richiede.

Se la tua unità contiene molti file, ti consigliamo di trovare qualcosa da fare nell'attesa.

Ci sono dei rischi?

I rischi legati alla clonazione di un'unità sono molto bassi. Anche se hai ignorato il nostro consiglio e stai eseguendo la clonazione da un laptop alimentato a batteria, l'unità di origine non verrà cancellata o danneggiata se effettui soltanto metà clonazione. Avrai sprecato solo tempo e dovrai ricominciare il processo da capo.

L'unico rischio potenziale sussiste se utilizzi un'unità di destinazione che contiene dati importanti. La clonazione sovrascriverà l'intero contenuto dell'unità di destinazione, quindi accertati che non contenga niente di prezioso di cui non sia già stato eseguito il backup altrove. È sempre meglio procedere alla clonazione in un'unità di destinazione nuova o vuota.

Assicura al nuovo disco rigido la messa a punto di cui ha bisogno

Per essere certo del funzionamento ottimale della tua nuova unità disco rigido nel lungo termine, è importante tenerla il più pulita e sgombra possibile. AVG TuneUp pulisce a fondo regolarmente la tua unità per rimuovere i dati temporanei non necessari che le app e il sistema operativo producono ogni giorno, così non ti ritroverai pieno di file spazzatura indesiderati. TuneUp posticipa inoltre i programmi inattivi e i processi in background per assicurare che le risorse del computer vengano dedicate alle attività più importanti. Goditi prestazioni ottimali e velocità ultra-rapide per gli anni a venire.

Prova AVG TuneUp GRATUITAMENTE

 

AVG TuneUp Provalo GRATIS