Che cos'è un indirizzo IP?

Un indirizzo IP (Internet Protocol) è una stringa di caratteri che identifica in modo univoco il tuo dispositivo sul Web. Senza questo identificatore, i server dei siti Web non saprebbero dove inviare i dati di cui viene eseguito il rendering come un sito Web nel tuo browser Internet.

Proprio come il codice postale, l'indirizzo IP è stato creato da un'autorità centrale, lo IANA (Internet Assigned Numbers Authority). Una volta creati gli indirizzi IP, lo IANA li assegna a uno dei cinque RIR (Regional Internet Registry), che a propria volta li distribuisce agli ISP nella propria regione di competenza.

Suddivisione degli indirizzi IP nel mondo

Al momento ci sono due versioni degli indirizzi IP, denominate IP versione 4 (IPv4) e IP versione 6 (IPv6). Perché le cose devono essere così complicate? Gli indirizzi IPv4 sono lunghi solo 32 bit, il che significa che possono esserci solo circa 4,3 miliardi di indirizzi IPv4.

Da settembre 2015, con un numero enorme di dispositivi connessi a Internet, quattro RIR su cinque hanno completamente esaurito gli indirizzi IPv4! Gli indirizzi IPv6, con 128 bit, sono la risposta: avendo a disposizione 340 282 366 920 938 463 463 374 607 431 768 211 456 indirizzi, non correremo il rischio di finirli per un bel po' di tempo.

Infografica sulla differenza tra IPv4 e IPv6

Perché nascondere l'indirizzo IP?

Proprio come Amazon ha bisogno del tuo indirizzo per inviarti un pacco, i server di tutto il mondo hanno bisogno del tuo indirizzo IP per inviarti i dati. Ciò significa che il tuo indirizzo IP deve essere pubblico: qualsiasi sito Web che visiti deve potervi accedere.

Puoi verificarlo personalmente cercando "qual è il mio IP" in Google. Ma a chi importa se qualcun altro conosce questa stringa casuale di caratteri? Prova a cercare "dove mi trovo" e inizierai a capire il problema.

In tutto il mondo ci sono database di geolocalizzazione gratuiti e a pagamento che collegano gli indirizzi IP a una posizione specifica. L'accuratezza può variare: alcuni indicano solo il paese, mentre altri arrivano a breve distanza dalla posizione effettiva. Non ci sono problemi quando si tratta semplicemente di un sito Web che cerca di determinare la lingua da visualizzare, ma anche governi e aziende con intenti discutibili hanno accesso a questi dati geografici.

Puoi scoprire da solo quanto è semplice. Se disponi di una connessione Internet, ci sono diversi siti pubblici che possono rivelare la posizione del tuo indirizzo IP, ad esempio HMA! IP Info o https://iplocation.com/

Cosa ancora peggiore, le tracce del tuo indirizzo IP sono disseminate nel Web. Quasi tutti i siti che visiti registrano il tuo indirizzo IP, insieme alle pagine richieste e alle informazioni inviate e ricevute.

Se un governo dispotico, un'azienda dalla querela facile o un inserzionista molesto riuscisse ad associare il tuo indirizzo IP alla tua identità reale (cosa fin troppo facile), le tue attività online sarebbero come un libro aperto.

Se tieni alla privacy e all'anonimato su Internet, bloccare l'indirizzo IP è assolutamente la prima cosa da fare.

Immagine di un computer tracciato online

I modi migliori per nascondere l'IP

Utilizza un server proxy

Un server proxy si interpone tra te e la destinazione finale sul Web, passando i dati da una parte all'altra in base alle esigenze. Quando ti connetti tramite un server proxy, stai effettivamente reindirizzando il traffico tramite un altro computer prima di arrivare al sito Web desiderato.

Di conseguenza, il proxy maschera il tuo indirizzo IP con il proprio, impedendo ai log dei server Web di registrare la tua visita. Se qualcuno tenta di verificare l'indirizzo IP registrato con un database di geolocalizzazione, tutto ciò che vedrà sarà la posizione del server proxy, che potrebbe anche essere dall'altra parte del mondo rispetto al tuo dispositivo.

Tuttavia, c'è un problema. La maggior parte dei proxy non cripta i dati quando ti connetti a un normale sito Web HTTP. È più difficile, ma, con le risorse di cui può disporre ad esempio un governo, è comunque possibile scoprire la tua identità. E se questo succede, tutte le tue attività diventano visibili.

Tuttavia, per la maggior parte delle persone c'è un problema più grande: i proxy sono lenti. Molto lenti. Puoi aggirare le restrizioni geografiche di base, ma è praticamente inutile se trascorri più tempo a fissare una rotellina che gira che a guardare i tuoi contenuti preferiti su YouTube.

Se per te non è un problema, puoi utilizzare un proxy visitando il sito di un proxy Web affidabile o configurando un server proxy nelle impostazioni del browser.

Utilizza una VPN

Una rete privata virtuale, o VPN (Virtual Private Network), funziona come un server proxy: è l'intermediario tra il tuo dispositivo e il server Web finale. Anche in questo caso, il tuo indirizzo IP è mascherato dall'IP del server VPN a cui sei connesso.

Tuttavia, a differenza di un proxy, qualsiasi VPN di buon livello esegue anche il criptaggio del traffico in uscita dal computer. Se qualcuno riesce a scoprire il tuo indirizzo IP, questo non gli servirà a molto: i siti che hai visitato e le tue attività saranno nascosti in una lunga stringa di caratteri senza significato.

Inoltre, quando sono attivi, i servizi VPN rendono anonime tutte le attività di rete del dispositivo, non solo l'attività del browser. Che si tratti di giocare online, scaricare torrent o utilizzare un'app per le email o le foto, il tuo indirizzo IP è nascosto e i dati scambiati sono criptati. Puoi anche nascondere il tuo indirizzo IP nei dispositivi mobile con un servizio VPN per Android o Iphone.

Sebbene sia possibile configurare alcuni software con un proxy, di solito la configurazione è molto complessa e un errore potrebbe lasciarti senza protezione. In termini di facilità di utilizzo e sicurezza, è difficile battere una VPN.

Provare AVG Secure VPN gratuitamente

 

Usa Tor

Un'opzione finale per nascondere il tuo indirizzo IP dagli sguardi indiscreti è Tor. Tor sta per "The Onion Router" e c'è un motivo. Quando ti connetti al Web tramite Tor, il tuo traffico viene "avvolto" in un pacchetto criptato e instradato tramite diversi server durante il percorso, con livelli di criptaggio aggiunti in ciascuno dei passaggi, come gli strati di una cipolla.

Ciascun server può decriptare solo le informazioni necessarie per sapere dove inviare la richiesta. Nessun punto singolo conosce l'origine della richiesta: anche la prima fermata non può essere sicura di essere davvero la prima! È come un ubriaco che va in giro per tutta la città e alla fine non sa più da dove è arrivato.

Tutto sommato, è un sistema incredibilmente sicuro, motivo per cui è il preferito da giornalisti e attivisti, le cui attività online potrebbero avere conseguenze molto serie.

Tor può sembrare sicuro, ma qualsiasi agenzia governativa dispone di nodi attivi che tentano di leggere l'uscita dei dati criptati

Ma anche Tor non è perfetto: nel momento in cui il traffico arriva al nodo di uscita (l'ultimo passaggio prima di arrivare al server di destinazione), ogni criptaggio aggiunto da Tor viene rimosso. Se così non fosse, il server del sito Web finale non sarebbe in grado di interpretare la richiesta. Anche se l'indirizzo IP viene nascosto rimbalzando nella rete, qualsiasi materiale non criptato nella richiesta può essere letto.

Di conseguenza, agenzie governative come l'NSA e l'FBI sono state accusate di aver configurato decine di nodi di uscita Tor. Essendo uno strumento utilizzato molto spesso per commettere crimini informatici, Tor è un obiettivo primario per i servizi di intelligence.

Cosa ancora più importante, sebbene possa essere molto sicuro, Tor non è necessario per l'utente Web medio. Potrebbe perfino infondere un falso senso di sicurezza in chi non comprende la tecnologia sottostante.

In caso le tue attività online possano comportare serie conseguenze, ti consigliamo di utilizzare Tor. Altrimenti, in genere, è sufficiente una VPN per nascondere il tuo IP.

AVG Secure VPN Provalo GRATIS