Blog AVG Signal Privacy Consiglio In che modo Google utilizza i miei dati... ed è il caso di preoccuparsi?
How_Google_uses_your_data-Hero

Quali dati memorizza Google sui propri utenti?

Chi utilizza i servizi Google dovrebbe fermarsi un attimo a riflettere e cercare una risposta a questa domanda: "Quali informazioni raccoglie Google su di me?" Informati sulle tue scelte e scopri come Google utilizza i tuoi dati.

Questo articolo contiene:

    Google estrae e archivia dati da più fonti diverse, in base ai criteri descritti nelle sue norme sulla privacy. Ecco alcuni esempi:

    • Gmail: Google può leggere e archiviare informazioni da ogni email che scrivi e ricevi, inclusi i messaggi di spam, le bozze e le cartelle di cestino.

    • Google Maps: Google memorizza ogni località in cui esegui ricerche, oltre a tutti i luoghi che visiti fisicamente con i tuoi dispositivi, anche se non sei connesso. Utilizzi Waze in alternativa? Anche Waze è un'applicazione di Google. Considerata l'onnipresenza dei cellulari e l'uso costante che ne facciamo, questi dispositivi sono ormai paragonabili a strumenti di tracciamento che ci portiamo dietro di nostra spontanea volontà.

    • Dispositivi Android: poiché gli smartphone e i tablet Android hanno un sistema operativo sviluppato da Google, la società può tenere traccia degli annunci visualizzati mentre utilizzi il telefono. Google conosce anche l'ora esatta al secondo con cui apri ogni app. 

    • App di Google: Google Play Store registra tutti i tuoi download e le tue ricerche, oltre alle eventuali tessere fedeltà utilizzate. Google tiene anche traccia degli articoli che hai letto da Google News. 

    • YouTube: Google ha acquisito YouTube nel lontano 2006. Quando utilizzi YouTube, Google registra la tua cronologia delle ricerche, la tua cronologia delle visualizzazioni, il tempo che hai dedicato a guardare i video e tutti i tuoi commenti e i tuoi Mi piace e Non mi piace.

    • Assistente Google: ogni tua richiesta e ogni tua domanda vengono registrate. Puoi anche riprodurle come file audio.

    • G Suite: il tuo calendario mostra dove hai programmato di andare e quando, mentre Google Hangouts memorizza tutte le tue conversazioni.

    Che ne è delle informazioni personali e sensibili?

    Google genera un profilo dati per ogni persona con un Account Google. Una rapida occhiata all'area Informazioni personali nella tua pagina dell'Account Google ti confermerà che hai rivelato a Google informazioni sul tuo sesso e sulla tua data di nascita. Gli indirizzi vengono aggiunti facilmente alle informazioni archiviate non appena applichi un'etichetta "casa" o "lavoro" a una località per risparmiare tempo su Google Maps. Da lì, identificare il tragitto che percorri ogni giorno tra casa e lavoro è semplice come collegare due punti con una linea.

    Monitorando tutte le tue ricerche su YouTube, ad esempio, Google riesce a ottenere una visione ben precisa della tua vita. I video con esercizi di allenamento offrono informazioni sul tuo livello di attività fisica, i video di notizie sono indicativi del tuo orientamento politico e altri contenuti, come le serie web preferite, i video dimostrativi, la musica e i canali a cui ti sei iscritto, possono rivelare preferenze sessuali, età e appartenenza etnica. Tutti questi dati personali sensibili possono contribuire a realizzare un profilo digitale privato, che potresti non essere necessariamente incline a condividere.

    Come faccio a sapere quali dati ha raccolto Google su di me?

    Si tratta pur sempre dei tuoi dati. È quindi più che giusto avere la possibilità di vedere quali informazioni ha raccolto Google su di te. Il modo più semplice e veloce per ottenere una visione completa è quello di utilizzare Google Takeout, il servizio di esportazione dei dati della società. Dopo aver scaricato i tuoi dati di Google con Google Takeout, segui le istruzioni per dare un'occhiata al tuo profilo dal punto di vista di Google.

    Come posso proteggere i miei dati personali?

    Ora che hai potuto vedere il rapporto sui tuoi dati estratto da Google Takeout, puoi considerare le possibili strategie da adottare per limitare la condivisione dei tuoi dati e proteggere le tue informazioni personali in modo più efficace. In fin dei conti, Google non è l'unica società che raccoglie dati su di te. Lo fanno anche i broker di dati di terze parti che, diversamente Google, traggono profitto dalla vendita dei tuoi dati ad altre persone.

    Con AVG BreachGuard puoi configurare le impostazioni sulla privacy dei tuoi account con le piattaforme di social media e i motori di ricerca più diffusi. Questa applicazione invia inoltre richieste di revoca del consenso ai broker di dati di terze parti. In questo modo, non avendo i tuoi dati, i broker non possono venderli a qualcun altro. BreachGuard fa un altro passo avanti ed esegue la scansione del Dark Web per rilevare un'eventuale fuga delle tue informazioni personali, incluse le password, e assicurare così la tua protezione in ogni angolo di Internet.

    In che modo Google raccoglie queste informazioni?

    Google si limita a raccogliere i dati tramite il suo motore di ricerca? No, Google raccoglie i dati con numerosi strumenti a sua disposizione sul Web. Ha piena padronanza dell'arte della tracciabilità online.

    Uno strumento particolarmente efficace è quello per il tracciamento degli indirizzi IP. Un indirizzo IP è una stringa di lettere e numeri che identifica il tuo dispositivo quando si connette a Internet. Anche se un indirizzo IP non rivela esattamente chi sei, è un ottimo strumento per identificare la tua posizione, talvolta anche il tuo indirizzo esatto. I dati sulla posizione sono preziosi per la personalizzazione degli annunci pubblicitari, una delle principali fonti di reddito di Google, perché gli inserzionisti desiderano raggiungere i potenziali lettori con pubblicità mirata.

    I cookie di terze parti vengono utilizzati dai siti Web per memorizzare dati come le preferenze degli utenti e gli articoli nel carrello. Proprio come un genitore organizza in anticipo il ritorno a casa di un figlio, il sito che stai visitando vuole farti sentire a casa tua.

    I cookie si agganciano al tuo browser quando visiti un nuovo sito per la prima volta e raccolgono determinate informazioni su di te. I cookie di terze parti vengono utilizzati dai siti Web per memorizzare dati come le preferenze degli utenti e gli articoli nel carrello. Proprio come un genitore organizza in anticipo il ritorno a casa di un figlio, il sito che stai visitando vuole farti sentire come a casa tua.

    Tuttavia, altri tipi di cookie tracciano le tue attività su Internet e le registrano in molti siti Web diversi. Mentre il tracciamento degli indirizzi IP raccoglie dati soltanto sulla tua posizione, i cookie di tracciamento di terze parti possono memorizzare e rivelare molte altre informazioni su di te.

    Tutte queste attività di apprendimento e personalizzazione creano un'immagine di chi sei. Le altre cose che fai su Internet, come guardare video o aggiungere articoli al carrello, contribuiscono a completare il quadro. I cookie di terze parti ti danno fastidio? Ti rimane ancora un po' di potere. Una rapida sessione di cancellazione dei cookie nel browser e tutte queste informazioni possono essere spazzate via. Inoltre, molti browser bloccano automaticamente i cookie di terze parti già da subito.

    Ma allora Google mi sta spiando?

    In poche parole, la risposta è sì. Ma non sei l'unico. Google tiene d'occhio tutti coloro che utilizzano i suoi servizi. Nel mondo reale, seguire qualcuno in giro per la città, osservarlo quando rientra a casa, leggere la sua posta e tenere traccia delle persone con cui interagisce sarebbero tutti interpretati come chiari segni di un'attività di spionaggio. Eppure Google fa tutto questo e anche di più: traccia i tuoi movimenti quando utilizzi Google Maps e Waze, legge tutte le tue email in Gmail, memorizza i contatti nella tua rete e compila tutti i dati raccolti in un tuo profilo personale.

    In che modo Google Maps potrebbe indicarti l'itinerario più rapido per arrivare a casa senza sapere dove abiti?

    Solo questo pensiero può essere piuttosto inquietante, ma è importante ricordare che tutti questi dati sono stati inseriti o rivelati volontariamente da te utilizzando i servizi di Google. In che modo Google Maps potrebbe indicarti l'itinerario più rapido per arrivare a casa senza sapere dove abiti?

    Con i prodotti attivati con la voce, come l'Assistente Google e Google Home, le cose possono spingersi ben oltre. Anche se i tuoi dati non dovrebbero essere registrati finché non pronunci una formula chiave, come "Hey, Google", altre espressioni o combinazioni di parole possono sembrare abbastanza simili a tale formula e quindi la registrazione potrebbe comunque essere avviata, con l'acquisizione e l'archiviazione di clip audio che in realtà non avresti l'intenzione di condividere.

    Le mie ricerche di Google vengono monitorate?

    Tutti noi abbiamo utilizzato Google per porre domande che eviteremmo di rivolgere a una persona reale (perché questo strano rossore?) pensando che le nostre ricerche siano anonime e che Google sia imparziale. Anche se nessuna di queste due supposizioni è vera, la tua cronologia delle ricerche non viene monitorata dai dipendenti di Google, ma tutte le tue ricerche di Google vengono salvate. In Le mie attività puoi trovare una cronologia completa con la data e l'ora di ogni tua ricerca. Puoi persino cercare all'interno della tua cronologia!

    Se la cosa ti disturba, puoi sempre eseguire ricerche più personali in una finestra di navigazione in incognito, senza essere connesso al tuo Account Google.

    Google vende i dati della mia cronologia delle ricerche?

    Google sostiene di non vendere la tua cronologia delle ricerche, ma di utilizzare i dati per personalizzare la tua esperienza sulle sue piattaforme. Google acquisisce anche informazioni dalla tua cronologia delle ricerche per personalizzare i tuoi risultati futuri, memorizzando i tipi di collegamenti su cui hai fatto clic in passato per visualizzarne di simili in futuro. 

    Le tue ricerche si aggiungono inoltre al set di dati utilizzato da un algoritmo per creare previsioni di ricerca. Dietro queste previsioni compilate automaticamente non si trova un essere umano, ma un algoritmo che fornisce suggerimenti in base alla frequenza con cui altre persone hanno cercato il termine, a ricerche che hai effettuato in passato e alle ricerche più frequenti.

    In che modo Google utilizza i miei dati?

    A detta di Google, i tuoi dati vengono raccolti per migliorare e personalizzare la tua esperienza. In realtà, i vantaggi sono spesso reciproci. Ecco alcuni esempi:

    Pubblicità mirata

    Dopo aver tracciato i tuoi dati su più piattaforme e aver creato un profilo dettagliato su di te, Google riesce più facilmente a mostrarti annunci pubblicitari presumibilmente più allineati ai tuoi interessi. Dopo aver cercato centri yoga nella tua zona, probabilmente non ti sorprenderai di visualizzare annunci relativi a tappetini da yoga, un classico esempio di pubblicità mirata. Per vedere il tipo di profilo pubblicitario che Google ha creato su di te, apri la pagina Impostazioni annunci nel tuo Account Google. Se l'opzione Personalizzazione degli annunci è attivata, potrai vedere un elenco di punti dati che ti descrivono, inclusi i tuoi interessi, gli hobby e la tua fascia di età. 

    Ottimizzazione degli algoritmi

    I risultati di ricerca di Google sono basati su algoritmi, ovvero regole che determinano l'ordine in cui Google presenta i risultati, ma ciò non significa che la tua ricerca sarà ogni volta la stessa. I dati su ciò che le persone stanno cercando, sui risultati che selezionano e sulla qualità delle informazioni nei risultati possono influire sul funzionamento di un algoritmo. Gli ingegneri possono modificare l'algoritmo per favorire fattori diversi, come visualizzare risultati per negozi più grandi a svantaggio dei più piccoli, in cui è meno probabile che si riesca trovare ciò che si sta cercando.

    Analisi e individuazione delle tendenze

    I dati delle tue ricerche vengono utilizzati anche per potenziare Google Trends, un sito Web creato da Google che tiene traccia delle query di ricerca e le analizza. La funzionalità Ricerche più frequenti di Google mostra i termini di ricerca più diffusi dell'ultim'ora, in più paesi e lingue. Per ogni termine di ricerca, puoi vedere la cronologia della sua popolarità nelle ultime 24 ore e gli articoli correlati in cui è contenuto.

    Google Trends showing the interest of search terms by country.

    Tracciamento della posizione

    Google contribuisce anche a rendere più utili i tuoi dati, utilizzandoli per migliorarne l'usabilità in tante app diverse. Le informazioni sulla tua posizione vengono combinate con quelle di altri utenti per creare un'immagine del traffico nel tuo percorso verso casa. Questo consente a Google di effettuare stime sui ritardi del traffico e sul tempo impiegato per percorrere ogni opzione di percorso.

    Il tracciamento della posizione viene utilizzato anche per fornire suggerimenti sui ristoranti in base ad altri ristoranti che hai già visitato. Le foto archiviate in Google Foto sono associate alle posizioni. Non ricordi dove hai scattato quella bella foto di una ragnatela? Se visiti la cronologia delle posizioni, potrai vedere le foto che hai scattato, archiviate insieme alla posizione e all'ora dello scatto.

    Using Google's location timeline lets you see where you've been and all the location of all the photos you've taken.

    Miglioramento dei prodotti attuali e creazione di nuovi prodotti

    Google ha bisogno di enormi set di dati di vario tipo per migliorare i prodotti attuali e crearne di nuovi. Senza controllo ortografico le tue email sembrano scritte da un pirata ubriaco? Il software di controllo ortografico è stato sviluppato analizzando il modo in cui le persone hanno corretto i propri errori di ortografia nelle ricerche precedenti. Google può anche leggere un'email che ricevi con la conferma di un volo e utilizzarla per creare un pulsante per il "check in" all'interno della finestra di Gmail, anticipando le tue azioni future per rendere più veloce il processo. 

    Senza controllo ortografico le tue email sembrano scritte da un pirata ubriaco? Il software di controllo ortografico è stato sviluppato analizzando il modo in cui le persone hanno corretto i propri errori di ortografia nelle ricerche precedenti.

    L'archiviazione degli indirizzi IP offre un importante miglioramento alla sicurezza degli account. Se una persona non autorizzata ha eseguito l'accesso al tuo account, potrai visualizzare il suo indirizzo IP (oltre alla posizione, alla data e all'ora) in Ultima attività dell'account. Queste informazioni possono essere utili per scoprire chi ha ottenuto l'accesso al tuo account. L'identificazione e il salvataggio degli indirizzi IP è utile anche per impedire le frodi. La connessione di un abuso automatizzato, come le email di spam, a un indirizzo IP consente di rintracciare più facilmente la fonte dello spam e impedire attacchi in futuro. 

    Naturalmente, a meno che tu non lavori presso Google, è impossibile conoscere tutti i modi in cui i dati vengono elaborati e utilizzati. In qualità di utenti, l'importante è tenere sempre gli occhi ben aperti.

    Google condivide i miei dati con terze parti?

    Considerata la quantità di informazioni che gli inserzionisti hanno su di te, ti potrebbe sorgere il dubbio che Google venda informazioni. Google nega categoricamente di essere un broker di dati e di vendere le informazioni personali degli utenti a società di terze parti. Si limita a condividere dati su di te. Il Centro Google per la sicurezza online afferma che, pur non identificandoti personalmente a terze parti, potrebbe utilizzare dati che includono la tua cronologia delle ricerche, la tua cronologia delle posizioni, i siti Web e le app che hai utilizzato, i video che hai guardato, i messaggi pubblicitari che hai letto e anche il tuo sesso e la tua età approssimativa. Questi dati condivisi vengono quindi utilizzati dagli inserzionisti per creare pubblicità mirate.

    Come stabilire se i tuoi dati sono stati condivisi

    Se viene visualizzato un annuncio stranamente troppo azzeccato, esiste una buona probabilità che i tuoi dati siano stati condivisi. Hai mai cercato una particolare marca di scarpe o navigato qua e là in un negozio online e, dopo aver chiuso la pagina per passare a qualcos'altro, sono comparsi solo annunci delle scarpe che stavi pensando di acquistare? Ecco un esempio di dati condivisi per la pubblicità mirata.

    È un tentativo di rendere gli annunci più significativi per te e più efficaci per gli inserzionisti. Gli annunci di pubblicità mirata sono appositamente studiati per indurti a fare clic su di essi. Questo consente a Google di guadagnare di più e, in teoria, all'inserzionista di concludere una vendita.

    Eliminazione dei dati dai record di Google

    Anche se Google ha raccolto una grande quantità di dati su di te, hai sempre la possibilità di eliminarli. Per eliminare le attività dal tuo profilo dati, devi seguire questa semplice procedura:

    1. Prima di tutto, accedi al tuo Account Google.

      home page of google account after log in with menu options on the left hand side

    2. Dal menu a sinistra, scegli Dati e personalizzazione.

    3. In Attività e cronologia, scegli Le mie attività.

      Navigating to Data and Personalization from the menu option and then choosing My Activity

    4. Scegli Elimina attività per e seleziona un intervallo di dati appropriato. Se vuoi eliminare tutti i dati salvati, puoi scegliere Dall'inizio.

      choosing Delete Activity By to choose a time range to delete data on your google account page

    5. Basta un attimo e la cosa è fatta.

    Tieni sotto controllo i dati importanti per te

    I dati sono tuoi, proteggili! Dopo aver letto informazioni su tutti i modi in cui Google archivia i tuoi dati, ti renderai conto che hanno un certo valore. AVG BreachGuard ti aiuterà a gestire le impostazioni sulla privacy su tutti i motori di ricerca e i social network che utilizzi in modo da limitare le informazioni che condividi con queste piattaforme. AVG BreachGuard renderà anche meno visibile la tua "impronta digitale" chiedendo la rimozione dei tuoi dati personali dai database dei broker di dati di terze parti.

    Inoltre, AVG BreachGuard esegue costantemente il monitoraggio del Dark Web per rilevare un'eventuale fuga dei tuoi dati personali. Se ciò si verifica, AVG BreachGuard ti invia immediatamente una segnalazione, aiutandoti a rafforzare le tue difese digitali e a proteggerti da frodi di identità. Mantieni riservate le tue informazioni personali con AVG BreachGuard ed evita che cadano nelle mani sbagliate.

    Connettiti in modo privato dal tuo dispositivo Android con AVG Secure VPN

    Prova gratuita

    Connettiti in modo privato dal tuo iPhone con AVG Secure VPN

    Prova gratuita