Blog AVG Signal Protezione IoT Cinque tipi di dispositivi smart rischiosi da evitare
5_Types_of_Risky_IoT_Devices_to_Avoid-Hero

È ufficiale: viviamo nel futuro. Quello che prima era considerato fantascienza, ora si trova nel nostro soggiorno. La tua casa dialoga con te attraverso la voce dell'intelligenza artificiale di Siri o Alexa. Le tue sneaker smart si allacciano da sole quando premi un pulsante sul telefono. La carta igienica sa quando sta per finire e si ordina da sola. Forse non abbiamo ancora le automobili volanti, ma al giorno d'oggi la tecnologia è davvero impressionante. Questo significa forse che dobbiamo buttarci a capofitto sui dispositivi intelligenti? Ti sei mai soffermato a considerare i lati negativi (piuttosto numerosi, purtroppo) di queste nuove e raffinate invenzioni?

Questo articolo contiene:

    Quanto è intelligente utilizzare i dispositivi smart?

    Oggi abbiamo accesso a un mondo di oggetti smart che interagiscono collaborando per automatizzare molti aspetti delle nostre vite. I dispositivi IoT (Internet of Things) vengono pubblicizzati come tecnologia utile e all'avanguardia. Tuttavia, grandi poteri comportano grandi responsabilità... e quanto responsabilmente si comportano i dispositivi smart quando è in gioco la sicurezza dei nostri dati personali?

    A differenza di ciò che accade nei film di fantascienza, i tuoi dispositivi smart non svilupperanno una consapevolezza né cospireranno contro di te (si spera)... ma possono renderti molto vulnerabile agli hacker e alle violazioni della sicurezza. Troppe aziende si concentrano sullo sviluppo di oggetti innovativi e straordinari... e nella corsa per essere i primi sul mercato sacrificano la sicurezza.

    Quindi, la prossima volta che cerchi qualcosa di nuovo da comprare, pensaci due volte prima di acquistare uno di questi cinque tipi di pericolosi dispositivi IoT. Inoltre, leggi questi consigli per proteggere meglio i dispositivi smart che già possiedi.

    Evita questi 5 tipi di dispositivi smart

    1. Dispositivi IoT senza marca

    Quando vuoi acquistare un nuovo dispositivo IoT, troverai sicuramente un'opzione senza marca che costa molto meno dei marchi noti della concorrenza. Quello che a prima vista può sembrare un ottimo affare, potrebbe rivelarsi molto rischioso per la sicurezza. I dispositivi senza marca sono economici. Tuttavia, poiché in genere non offrono assistenza tecnica né aggiornamenti software o firmware, a lungo termine risultano più vulnerabili alle violazioni. Meglio spendere un po' di più ed essere al sicuro.

    2. Giochi smart per bambini

    Regalare ai bambini un gioco smart può rendere vulnerabile chiunque agli attacchi informatici. Molti genitori non ritengono importante impostare l'autenticazione o altre misure di sicurezza su un orsetto di pelouche. Ma se l'orsetto può connettersi online, è consigliabile provvedere alla protezione della privacy. Sono state divulgate informazioni personali di molti genitori e bambini, quando gli hacker hanno attaccato CloudPets, Barbie e altri produttori di giocattoli. Casi di attacchi alla sicurezza tramite giochi per bambini sono stati rilevati un po' in tutto il mondo.

    Ancora più allarmante è il fatto che i dispositivi IoT con fotocamera o funzionalità di registrazione della voce possono essere sfruttati per spiare chi li utilizza. Che si tratti di un pelouche, di un baby monitor o di una fotocamera di sorveglianza, assicurati di proteggere questi dispositivi prima di utilizzarli con i tuoi bambini.

    3. Dispositivi smart di seconda mano

    Acquistare su Craigslist o Facebook Marketplace dispositivi smart usati non è una buona idea, perché potrebbero aver contratto un malware. O, molto più semplicemente, potrebbero non funzionare bene. Non c'è modo di sapere se il precedente proprietario ha voluto disfarsene a causa di problemi di connettività, funzionalità o altro. È sempre meglio, quindi, acquistare un dispositivo smart nuovo (e leggere sempre le recensioni prima di sceglierlo!).

    4. Aeratori per vino smart (e altri gadget non necessari)

    Gli aeratori per vino smart includono un'app che consente di selezionare il livello esatto di ossigeno desiderato ogni volta che si versa un bicchiere di vino. Ti serve davvero? Potrebbe sembrare uno scherzo ma gli hacker possono ottenere l'accesso ai dispositivi non protetti e reclutarne milioni per sferrare attacchi DDoS (Denial of Service) su larga scala.

    Basta pensare, ad esempio, al famigerato attacco Mirai che nel 2016 ha messo KO Twitter, Netflix e molti altri giganti di Internet proprio sfruttando dispositivi IoT non protetti, come le fotocamere digitali. Se stai pensando di acquistare un aeratore per vino connesso o magari un tostapane o un dispenser di filo interdentale smart (sì... esiste anche quello), valuta attentamente se il potenziale vantaggio che ne otterresti nella vita di tutti i giorni vale la pena di mettere a rischio la sicurezza.

    5. Dispositivi che diventano completamente inutili in caso di malfunzionamento

    Ricordi le scarpe smart a cui abbiamo accennato prima? Quando ha lanciato la prima versione delle sneaker che si allacciavano da sole, Nike non aveva curato abbastanza l'aspetto della compatibilità dell'app con Android. Quasi subito dopo averle ricevute, infatti, alcuni clienti Android infuriati segnalavano che a causa di un aggiornamento forzato del software le scarpe non riuscivano a sincronizzarsi con l'app o ad allacciarsi correttamente. Le scarpe non potevano neanche essere regolate manualmente... allacciarle risultava quindi impossibile.

    Per essere sicuri di non ritrovarsi con la casa piena di costosi oggetti inutili, è importante cercare dispositivi che in qualche modo possano essere utilizzati anche quando le funzionalità smart sono fuori uso. Sicuramente nessuno vorrebbe, ad esempio, trovarsi con una porta che non si apre quando va via la corrente.

    Come proteggere i dispositivi smart

    Dopo le cattive notizie, ecco le buone. I dispositivi IoT possono essere innovazioni fantastiche che portano semplicità e organizzazione nelle nostre vite: devono solo essere protetti correttamente. Fortunatamente, bastano alcuni semplici passaggi per rendere casa e dispositivi più sicuri.

    1. Proteggi il router

    Per prima cosa, assicurati che il router sia protetto. In caso contrario, può essere veicolo di molte minacce alla sicurezza (sia nei dispositivi IoT che nel computer). Quindi assicurati di non utilizzare impostazioni predefinite. Occorre una password solida e univoca. Potrai anche attivare la crittografia WPA2 e disabilitare i servizi di accesso remoto per chiudere potenziali porte in faccia agli hacker.

    2. Utilizza password univoche per i dispositivi

    Ogni dispositivo ha anche bisogno di un nome utente e di una password univoci. Sì, tutti. Se riescono ad accedere a qualcosa che può sembrarti insignificante (ad esempio, la macchina del caffè connessa), gli hacker potranno facilmente controllare l'intera rete e tutti i dispositivi che contiene.

    3. Mantieniti sempre aggiornato

    Mantenere i dispositivi costantemente aggiornati è il modo migliore per assicurarsi che software e firmware non siano vulnerabili. Gli aggiornamenti rilasciati dai produttori servono per correggere i problemi o chiudere eventuali falle nella sicurezza. Ecco perché, per quanto fastidiose possano sembrarti le notifiche, non dovresti mai ignorare i nuovi aggiornamenti disponibili. Installa subito l'aggiornamento (o assicurati che i dispositivi siano configurati per ricevere gli aggiornamenti automaticamente). 

    4. Disconnetti i dispositivi quando non li utilizzi

    Se ti accorgi che non stai utilizzando la forchetta smart quanto pensavi, disconnettila. Puoi ridurre la superficie di attacco disconnettendo i dispositivi quando non sono in uso.

    5. Non buttare nella spazzatura i vecchi dispositivi

    ... se proprio vuoi disfarti di un dispositivo che non stai usando, non gettarlo così com'è. In primo luogo, non bisogna mai buttare PC laptop, desktop o dispositivi mobile nella spazzatura e i dispositivi IoT non fanno eccezione. Qualche hacker potrebbe recuperare i dispositivi smart dai cassonetti ed entrare in possesso di una sconcertante quantità di dati personali e informazioni che ti riguardano. Anche le vecchie lampadine smart possono rivelare molto su di te.

    Bisogna quindi prima verificare sul sito Web del dispositivo se c'è un modo per cancellare completamente i dati. Segui tutte le procedure suggerite. Se non dovessero funzionare, puoi sempre prenderlo a martellate per essere sicuro che le informazioni vengano distrutte, letteralmente.

    Al momento, nel mondo sono in uso 7 miliardi di dispositivi IoT. E questo dato è destinato a raggiungere i 50 miliardi entro il 2022. Per quello stesso anno, si prevede che in ogni casa del Nord America si troveranno in media 500 dispositivi connessi. Come dire, innumerevoli opportunità per gli hacker. È pertanto estremamente importante utilizzare i dispositivi IoT in modo intelligente e prendere le adeguate misure di sicurezza. Solo così potrai tornare a goderti la tua casa connessa (e quel bicchiere di vino areato al 100%).

    Proteggi il tuo iPhone dalle minacce con AVG Mobile Security

    Installazione gratuita

    Proteggi il tuo dispositivo Android dalle minacce con AVG AntiVirus

    Installazione gratuita