Con il tempo, il vino migliora. Per il software non vale la stessa cosa. Probabilmente il fattore più sottovalutato quando si parla di bug e vulnerabilità dei PC è proprio il mancato aggiornamento dei programmi installati. In uno studio globale anonimo condotto su oltre 100 milioni di nostri utenti, il nostro nuovo Software Updater integrato in AVG PC TuneUp ha rilevato che il 52% dei programmi più comunemente utilizzati non viene aggiornato. Parliamo di Chrome, Skype, WinRAR, programmi che utilizziamo e su cui facciamo affidamento quotidianamente.

Nel nostro rapporto completo sulle tendenze di utilizzo del PC per il 2017 vengono analizzate in dettaglio le statistiche e i risultati di questo studio, ma per ora mi concentrerò solo sui punti salienti della ricerca.

49 programmi in media, metà dei quali potenzialmente a rischio

Nonostante i milioni di programmi per PC utilizzati in tutto il mondo, l'utente medio ne ha installati sul proprio computer solo 49. Molti di questi in realtà non sono veri e propri programmi, quanto piuttosto strumenti e tecnologie come Visual Studio Redistributable, Flash o Java, necessari per il corretto funzionamento di qualche sito Web o di altri programmi installati.

Ad ogni modo, una grossa fetta di queste applicazioni non risulta aggiornata alla versione più recente. Questo può non sembrare un gran danno, ma in realtà è causa di numerosi problemi, dai più banali ai più rischiosi.

  • Incompatibilità: se aggiorni Windows all'ultima versione oppure passi a un nuovo PC, non avrai alcuna garanzia che il tuo vecchio software continuerà a funzionare senza problemi. Invece molto probabilmente, le versioni più recenti dei tuoi programmi sono state ottimizzate per essere eseguite sull'hardware più recente o migliorate per funzionare meglio anche con hardware meno recente.
  • Bug e arresti: nessun prodotto è perfetto quando viene rilasciato. Bug ed errori sono inevitabili se consideriamo l'infinità di varianti esistenti in termini di hardware dei PC e configurazioni utente. Ma gli sviluppatori software solitamente lavorano duro per risolvere queste falle attraverso aggiornamenti che vengono rilasciati periodicamente. Eventuali problemi che puoi incontrare nell'utilizzo di un programma potrebbero essere già stati risolti con un aggiornamento successivo che magari non hai ancora installato.
  • Vulnerabilità: gli aggiornamenti sono l'elemento focale di qualsiasi protezione online affidabile, poiché consentono di correggere costantemente eventuali vulnerabilità rilevate all'interno dei programmi. Con decine di milioni di utenti in tutto il mondo e statistiche di aggiornamento così basse, non sorprende che gli hacker prendano di mira programmi come Flash o Java. Java da solo presenta centinaia di exploit potenzialmente molto gravi.

Perché così tanti programmi non aggiornati

Sarebbe facile incolpare la pigrizia degli utenti per il mancato aggiornamento delle app. Dover controllare gli aggiornamenti di ogni programma è quello che si dice un lavoraccio, gli sviluppatori lo sanno meglio di chiunque altro. Le applicazioni meno aggiornate presentano solitamente programmi di aggiornamento facili da ignorare, mancano della funzionalità di controllo automatico degli aggiornamenti o più semplicemente non sono oggetto di aggiornamento da parte degli sviluppatori. 

All'estremo opposto troviamo invece applicazioni che si aggiornano automaticamente in background o che tormentano letteralmente l'utente ogni volta che viene rilasciato un nuovo aggiornamento.

Persino una percentuale di aggiornamento del 90% significa ancora milioni di utenti vulnerabili.

I nostri dati, riferiti a oltre 100 milioni di utenti, mostrano al primo posto Apple Safari con il 90% di utenti nel mondo che esegue l'ultima versione, seguito a poca distanza da Google Chrome che viene mantenuto aggiornato dall'88% del nostro campione. 

Tuttavia, quando questo campione è formato da 100 milioni di utenti, stiamo parlando di milioni di persone che utilizzano ancora le versioni precedenti. Considerando che sia Chrome che Safari sono dotati di aggiornamenti automatici, è probabile che gli utenti li abbiano disattivati, continuino a ignorarli oppure lavorino in un ambiente aziendale in cui gli amministratori bloccano gli aggiornamenti. 

Come aggiornare i programmi

A parte i vantaggi in termini di compatibilità e nuove funzionalità, le correzioni per la sicurezza da sole sarebbero già sufficienti per giustificare gli aggiornamenti. Ogni volta che ti viene chiesto di aggiornare un'applicazione, fallo subito. 

Se hai l'impressione che un'applicazione non venga mai aggiornata, apri la sezione Impostazioni, Proprietà, Strumenti o Aiuto e cerca la voce relativa agli aggiornamenti:

Certo doverlo fare regolarmente può essere una seccatura. Proprio per questo, il nuovo Software Updater è stato integrato direttamente in AVG PC TuneUp

Software Updater supporta quasi 50 delle applicazioni più utilizzate, che controlla e aggiorna regolarmente in modalità automatica in background. Naturalmente se preferisci, puoi sempre controllare gli aggiornamenti manualmente per scoprire le novità di ogni applicazione. 

Se utilizzi già PC TuneUp, dovresti ricevere a breve l'aggiornamento. Se non l'hai ancora installato, prova AVG PC TuneUp gratuitamente per 30 giorni.

Provare AVG TuneUp gratuitamente

 

AVG TuneUp Provalo GRATIS